Indietro

Raccolta di funghi

Raccolta di funghi

Gli alberi profumati di resina, boschetti di larice, o faggi marroni – rossi dorati dell’autunno – questi sono i posti perfetti per le passeggiate. Vagare per i boschi è un riposo dal caos urbano, la possibilità di riprendersi in un ambiente naturale.

Spesso, passeggiando nei boschi arriva la voglia di raccogliere funghi. Queste uscite sono chiamate, raccolta dei funghi, ma a volte capita che si torni con il cesto vuoto. La raccolta dei funghi è meglio iniziarla con prime luci dell'alba, che aumenta le possibilità per una raccolta di successo. Si consiglia di portare un cestino di vimini, per garantire ai funghi le condizioni ideali, e un coltellino per tagliare il fungo  vicino al terreno in modo che, il micelio rimanga nella lettiera, grazie di cui, in questo posto cresceranno altri tesori boscosi. I funghi raccolti è possibile seccarli per poi preparare una zuppa aromatica di funghi. Spesso si prepara un ripieno di funghi, per esempio per i ravioli (zuppa di barbabietole con ravioli per il Natale), per crocchette o tortellini. A tutti piacerà anche il sugo di funghi, ad esempio di funghi porcini che si sposa perfettamente con il sapore della carne, o i funghi sott’aceto. Però, i migliori sono i funghi fritti direttamente in padella Ad esempio la frittata con stupendi finferli. Durante le escursioni in mezzo al bosco, si possono trovare anche i buonissimi, e molto aromatici lamponi. Ai margini delle radure spesso crescono grappoli di more. Guardando da vicino ai loro piedi, possiamo trovare alcune fragole fragranti e grappoli interi di piccoli cespugli di bacche nere spesso chiamati mirtilli. Tutti questi tesori di bosco, piacciono di piu se sono  raccolti direttamente dalla pianta. I funghi commestibili più apprezzati e popolari sono: Funghi Porcini, Gray Leccinum, Leccinum, Suillus Lactarius deliciosus, Cantharellus cibarius, Macrolepiota Singer,  Tricholoma, Armillaria.

Gioca Gioca